Posa del parquet: incollata o flottante?

Se avete cliccato su questo articolo probabilmente siete arrivati quasi alla fine della ristrutturazione di casa vostra, e vi state chiedendo quale sia il modo migliore di posare il Parquet. Ma c’è un modo migliore?
NELL'IMMAGINE
Alla vista non c'è differenza tra una posa flottante e una incollata.
Se avete cliccato su questo articolo probabilmente siete arrivati quasi alla fine della ristrutturazione di casa vostra, e vi state chiedendo quale sia il modo migliore di posare il Parquet. Ma c’è un modo migliore?

Secondo noi la risposta è no. Cosa si vuole ottenere? Cosa si preferisce? Da questo dipende il tipo di posa da scegliere.


Posa incollata

La posa incollata viene fatta incollando il Parquet direttamente su un massetto o su un pavimento già esistente. Ovviamente in base al tipo di collante utilizzato e al sottofondo su cui posare potrebbe essere necessario avere particolari accortezze, e preparare adeguatamente il piano di posa.

Posa incollata

Sicuramente a livello di tenuta il parquet incollato ha dato prova di resistere saldamente al passare del tempo, essendo l’unico modo, fino a qualche anno fa, in cui era possibile posare il pavimento. Per quanto rare è possibile trovare ancora oggi case con parquet montato negli anni ‘50, che tutt’oggi resiste benissimo grazie a qualche intervento di manutenzione.

Tra i vantaggi principali possiamo quindi trovare la tenuta nel tempo, laddove venga fatto un buon lavoro sia di incollaggio che di preparazione del sottofondo.

Posa flottante

Nella posa flottante viene invece messo uno strato di materassino apposito tra il piano di posa e il Parquet, utilizzando solo un filo di colla negli incastri delle tavole. Nonostante la relativa novità di questo metodo rispetto alla classica posa incollata, è ormai ampiamente diffuso e sta crescendo sempre più la frequenza di parquet messi a terra con materassino. È importante far notare che la posa flottante è possibile solo con tavole che abbiano uno spessore superiore o uguale a 14 mm, e con certe caratteristiche.


Quali sono i vantaggi? 

- Camminata più morbida
- Sostituzione più semplice di eventuali tavole danneggiate da urti. Laddove ci dovessero essere danni al parquet nel corso del tempo, non essendo incollato a terra, è facile e rapido sostituire le tavole incriminate.
- Nel caso di riscaldamento a pavimento, utilizzando un materassino adatto a bassa resistenza termica (il calore passa senza resistenza in modo efficiente), è preferibile la posa flottante. Sia il massetto che il parquet hanno un cosiddetto movimento naturale, ovvero si espandono e si ritirano. Il riscaldamento amplifica questo movimento, ed essendo la colla un materiale elastico fino ad un certo punto, è preferibile utilizzare un materassino per separare i due piani di posa.

In definitiva non c’è una risposta giusta alla domanda “qual è il miglior metodo di Posa”, ma solo un metodo migliore a seconda della situazione specifica e del risultato che vogliamo raggiungere.